mercoledì 21 agosto 2013

Mi passi una Binic?



Notti fa su Sky Arte HD (uno dei miei canali preferiti da quando ho aperto il blog) mi sono imbattuta in una maratona dedicata alla creatività, "La notte del design".
Non pensavo, ma a quanto pare la maggior parte dei designer prende ispirazione dalle cose più semplici. Ad esempio uno dei designer di Artemide, Ross Lovegrove, ha creato una lampada (il nome è New Nature) prendendo spunto dalle radici di un albero che cresce in Cambogia. Inutile dire che è una lampada davvero originale e che crea degli splendidi giochi di luce!
Ma chi mi ha più colpito è stata lei, Ionna Vautrin, designer francese, e la sua meravigliosa collezione di oggetti!
Tra le sue tante creazioni, una mi ha davvero entusiasmato: la lampada da tavolo Binic!
Una lampada estiva perché prende ispirazione dal mare, in particolare dalle maniche a vento (un tipo di misuratore del vento) e da un faro sulla costa della Bretagna dal quale prende il nome. Su internet si trova intorno ai 140 €, che ovviamente se paragonata a lampade da tavolo firmate Ikea o Maison du Monde (anch'esse molto belle e simpatiche) è un prezzo altissimo, ma bisogna comunque considerare la sostanziale differenza dei materiali (infatti la Binic è in policarbonato lucido). Comunque io la trovo carinissima, con forme e colori davvero retrò.
Disponibile in bianco, verde, amaranto, arancio, petrolio e grigio si adatta perfettamente a qualsiasi ambiente.
Scommetto che ci state già facendo un pensierino (proprio come me...).

Vi saluto alla Ionna, ovvero alla francese:

Au revoir,

Federica.


























Ionna Vautrin

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...